MONDO NEWS

MONDO NEWS

PENSARE,INFORMARSI E' GRATUITO

Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure.

venerdì 29 novembre 2013

GRECIA: METEORITE CADE NEL TRATTO DI MARE TRA CAFELONIA E ZANTE. ESPERTO DICHIARA CHE SONO DETRITI DELLA COMETA ISON.

Un nostro collaboratore dalla Grecia ci informa che nella serata del 27 Novembre,  alle ore 21,30 circa, un oggetto luminoso sconosciuto e’ caduto nella zona di Livatho ed Elio Cefalonia in Grecia . Le prime informazioni , supportate da molti testimoni hanno segnalato che un meteorite e’ caduto nel  tratto di mare tra Cefalonia e Zante.

Questo fenomeno è stato largamente osservato dagli abitanti dell’isola nelle zone di Maherado e Alikes e riportano di aver visto una luce squarciare il cielo da ovest a est , seguita da un intenso bagliore. Tuttavia, non sono segnalati danni o altri problemi , anche se le testimonianze hanno riferito che il forte bagliore illuminava le case nelle aree di Cefalonia.  Inoltre il meteorite e’ stato avvistato anche dai residenti di diverse citta’ in tutto il paese , come Atene , Salonicco , Patrasso e Veria.


Parlando con un esperto di Fisica il Dr. John Kopana, con cautela ci ha informati che ci possono essere detriti della cometa ISON che si stanno muovendo e potrebbero colpire la Terra, frantumandosi e prendendo fuoco nell’atmosfera.  Nella comunicazione che abbiamo avuto con il professor di Geologia Efthimios Lekkas il quale e’ apparso alquanto rassicurante, dice  che tali fenomeni sono comuni quando l’orbita della cometa in ingresso deflagra nell’atmosfera . Come ha esclamato ” non c’è più alcun rischio di cadute poiche’ dovuto solo al passaggio di comete. ” Sulla stessa lunghezza d’onda e’ il fisico e Astronomo Dionysis Simopoulos , direttore del Planetario , che ha detto che non c’e’ nulla di allarmante ed e’ dovuto semplicemente alla caduta di un meteorite o massa di polvere. Attendiamo novita’ e materiale visivo.

FONTE