MONDO NEWS

MONDO NEWS

PENSARE,INFORMARSI E' GRATUITO

Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure.

venerdì 8 novembre 2013

HUBBLE OSSERVA STRANISSIMO ASTEROIDE CON 6 CODE DA COMETA!



Asteroide attivo P/2013 P5 visto dal Hubble Space Telescope. Credit: NASA
Che l'universo fosse ancora pieno di misteri, non era certo un mistero, ma nessuno si aspettava di trovare qualcosa di così apparentemente inspiegabile ed assurdo! Questo oggetto è tanto strano da poter quasi creare una nuova categoria di oggetti a sestante. Si tratta di quello che sembra essere un asteroide, ma con SEI (!!) code da cometa fatte di polvere che partono dalla sua superficie mentre ruota velocissimo. Non è fatto di ghiaccio, non si sta muovendo verso il Sole, e non sembra essere spiegabile con alcuna teoria attuale. L'oggetto, chiamato P/2013 P5, sembra più un ugello spruzzatore d'acqua come quelli usati nei giardini.
"Siamo rimasti letteralmente sconcertati quando l'abbiamo visto" ha spiegato l'investigatore principale della ricerca, David Jewitt, dell'Università della California, Los Angeles. "Ancor più incredibile è il fatto che le sue code cambiano strutturalmente in appena 13 giorni, man mano che espelle polvere. Anche questo ci ha sorpreso moltissimo. E' difficile credere che stiamo guardando un asteroide."
La ricerca completa è stata pubblicata il 7 Novembre sulla rivista scientifica "Astrophysical Journal Letters".



Primo piano di P/2013 P5 ottenuto dal Hubble Space Telescope. Credit: NASA
P/2013 P5 ha continuato la sua attività di espulsione di polvere per almeno 5 mesi. Gli astronomi ritengono che è possibile che la velocità di rotazione dell'asteroide sia aumentata fino al punto in cui pezzi della sua superficie stanno letteralmente volando via. Non ritengono che le code possano essere in qualche modo il risultato di un impatto con altri asteroidi perché non hanno visto una grande quantità di polvere lanciata nello spazio insieme, allo stesso tempo.
Gli scienziati avevano inizialmente scoperto quest'oggetto con il telescopio Pan-STARRS, alle Hawaii, il 27 Agosto. P/2013 P5 sembrava avere dei contorni confusi ma non si vedevano le code, che invece sono stati scoperti dal Hubble il 10 Settembre. Quando poi il telescopio è stato puntato nuovamente verso l'asteroide il 23 Settembre, il suo aspetto era drasticamente cambiato. Sembrava come se l'intera struttura si fosse voltata dall'altra parte. "Eravamo completamente senza parole" ha spiegato Jewitt.
Un lungo ed attento lavoro con vari modelli computerizzati, da parte di Jessica Agarwal del Max Planck Institute, Lindau, Germania, ha poi mostrato come le code potrebbero essersi formate da unas erie di eventi di eruzione di polvere. Ha calcolato che, in base al comportamento visto, gli eventi sono avvenuti il 15 Aprile, il 18 Luglio, il 24 Luglio, l'8 Agosto, il 26 Agosto ed il 4 Settembre. La pressione della radiazione del Sole ha poi allungato la polvere in lunghe code.



Struttura delle code dell'asteroide P/2013 P5. Credit: NASA
La stessa radiazione potrebbe anche essere all'origine dell'attività stessa di P/2013 P5. Jewitt ha spiegato che la velocità di rotazione potrebbe essere aumentata abbastanza da far si che la debole gravità dell'asteroide non riuscisse più a tenere il materiale. Se questo fosse successo, la polvere potrebbe "scivolare" verso l'equatore dell'asteroide, per poi cadere nello spazio e comporre una coda. Per adesso, la quantità di polvere sfuggita è da qualche parte tra minimo 100 tonnellate e massimo 1.000 tonnellate. Una frazione piccolissima della massa totale dell'asteroide, il cui nucleo è grande circa 426 metri, quindi migliaia di volte la massa della polvere espulsa fino ad ora.
Gli astronomi continueranno ad osservare questo stranissimo oggetto per carpire se funziona la loro ipotesi e se la polvere lascia l'asteroide principalmente dall'equatore. Se è così potrebbe essere vero che sta perdendo pezzi per la velocissima rotazione. Per riuscire ad essere ancor più sicuri, nelle prossime campagne di osservazione cercheranno anche di osservare con precisione quanto ruota velocemente davvero.
L'interpretazione di Jewitt implica che questa rottura rotazionale debba essere un fenomeno comune nella Fascia di Asteroidi (tra Marte e Giove), e potrebbe essere il modo in cui muoiono i piccoli asteroidi.
"In astronomia, dove si trova una cosa, se ne trovano anche molte altre." ha spiegato Jewitt. "Questo è un oggetto davvero affascinante e quasi sicuramente il primo di una serie futura."
Jewitt ha poi aggiunto che sembra che P/2013 P5 sia un frammento di un asteroide più grande, che dovrebbe esseri staccato circa 200 milioni di anni fa. Ci sono molti altri frammenti in orbite simili a quella di questo oggetto.

FONTE UFFICIALE DAL SITO NASA: HUBBLESITE